Associazione Ticinese di Judo e Budo (ATJB)
Associazione Ticinese di Judo e Budo (ATJB)

Ritorna

Cardone e Dal Pian vincono al torneo internazionale di Bellinzona
3 ori, 5 argenti e 8 bronzi il bottino dei ticinesi. Bellinzona
05.05.07..Bellinzona

Oltre 700 gli atleti iscritti alla quattordicesima edizione del torneo Città dei 3 Castelli provenienti da Svizzera, Italia, Austria, Liechtenstein e Francia. Dall’Italia, e più precisamente da Lombardia, Piemonte, Emilia e Liguria, sono giunti molti judoisti di buon livello che hanno dominato in diverse categorie e messo in difficoltà i rossocrociati. Alla competizione di Bellinzona è importante per i combattenti svizzeri ottenere un buon risultato poiché si tratta di uno dei sette tornei del circuito ranking nazionale valido per aggiudicarsi l’accesso alla finale dei Campionati svizzeri individuali di novembre per cadetti, juniores ed élite. I ticinesi hanno conquistato ben 16 medaglie: 3 ori, 5 argenti e 8 bronzi.


Al primo posto si sono classificati i campioni svizzeri Stephanie Cardone del Shung-Do-Kwan Bellinzona nelle juniores e Nicola Dal Pian del Judo Budo Club Bellinzona nei cadetti, oltre a Emanuele Rigamonti (JBC Bellinzona) che ha partecipato domenica al torneo dedicato agli U14.
Cardone conferma la sua leadership nella categoria juniores femminili fino a 52kg. Inoltre ha ottenuto il terzo posto nelle élite sconfitta unicamente, al primo incontro, dalla valida atleta italiana Verga che vince il torneo imponendosi pure sulla nazionale Walser. Dal Pian, che ha raggiunto l’oro sbaragliando quattro avversarsi tra i cadetti fino a 45kg, ha superato in finale per vantaggio (yuko) il judoista Smaili di Spiez.
Le medaglie d’argento sono state conquistate unicamente dagli Under 14 (Scolari A e Ragazze A) con Patrick Fibbioli (Judo 7+ Roveredo), Davide Misuraca (SDK Bellinzona), Gilda Borasio (DYK Chiasso), Alessandra Merlini (JK Muralto) e Agnese Dal Pian (JBC Bellinzona).
Il terzo gradino del podio è stato invece raggiunto tra gli élite, oltre alla Cardone, anche da Jasmine Radaelli (JC Ceresio-Caslano) nella categoria -63kg, che è stata fermata in semifinale dalla genovese Autieri dopo aver sconfitto al golden score la Merlo, con giudizio arbitrale alla fine dei dieci minuti di gara. Negli élite maschili, ad un passo dal podio, si classifica al quinto posto Dario Merlini (JK Muralto), che però negli juniores fino a 90kg conclude con determinazione al terzo posto. Negli Under 20 sale sul gradino più basso del podio anche Joel Casada (JBC Bellinzona), cat. -55kg, che dopo aver perso il secondo incontro ha saputo reagire con determinazione nella fase di ripescaggio. Le ultime quattro medaglie di bronzo sono state ottenute dagli Scolari A Alex Scheidegger (JBC Bellinzona), Lorenzo Corno (JC Ceresio-Caslano), Samuel Rasero (JBC Lugano) e Sirio Rigotti (Judo 7+ Roveredo).
Concludono ad un passo dal podio, dopo essere stati sconfitti nella finalina per il terzo posto, Marco Mascaro (U20, -66kg), Luigi Mascaro (U20, -55kg), Alessandra Vismara (U20, -52kg) e David Vismara (U14, -60kg) che militano nel JBC Bellinzona e Daniela Merlini (U17, -63kg) del JK Muralto.
La società organizzatrice del JBC Bellinzona ha saputo nuovamente gestire con successo un fine settimana di competizione di alto livello grazie all’impegno degli addetti ai lavori e la collaborazione di diverse società cantonali. Inoltre si è potuto contare sulla presenza dei giovani arbitri Erba, Faisel e Jovic che hanno giudicato gli incontri sotto l’occhio vigile del responsabile cantonale Gianinazzi e degli arbitri nazionali Casada e Gambetta.